La gioia di accogliere Gesù

di Giocosa - 14 aprile 2019

La Domenica delle Palme è la porta d’ingresso delle celebrazioni della Settimana Santa. Ricordiamo l’ingresso di Gesù a Gerusalemme, accolto da una folla festante, che agitava ramoscelli di ulivo e di palme (cfr Lc 19,28-40).

Entrare per questa porta significa essere nella festa, essere lì che accogliamo Gesù, gridando anche noi Osanna al Figlio di Davide.

Questa Domenica ha questo aspetto della festa. Quei ramoscelli d’ulivo, che oggi riceviamo, portano con loro questo senso della gioia e della pace. Il Signore fa il suo ingresso nella nostra vita, se siamo pronti ad accoglierlo, il nostro cuore si riempie di gioia e di pace.

Ma questa Domenica porta con sé anche tutto il peso degli avvenimenti che andremo a celebrare nella Settimana Santa. C’è la gioia di accogliere Gesù, ma anche la consapevolezza di sapere quanto è costata questa gioia.

Il Signore ha sofferto la solitudine, il disprezzo, l’abbandono, la Passione e la Croce, fino a morire per noi: la sua morte ha reso possibile la nostra gioia.

Quei ramoscelli di ulivo, che porteremo nelle nostre case o doneremo a parenti ed amici, siano per noi segno della gioia che il Signore ci dona, se lo accogliamo nella nostra vita, ma siano anche memoria della Sua vita donata per amore.

La gioia di accogliere Gesù ultima modifica: 2019-04-14T00:34:09+00:00 da Giocosa

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.