Andiamo con gioia incontro al Signore

di Giocosa - 25 Dicembre 2013
Andiamo con gioia incontro al Signore

Domenica 1° dicembre è iniziato il tempo dell’Avvento, il cammino che, un giorno dopo l’altro, ci avvicina al Santo Natale. Camminiamo insieme, andiamo con gioia incontro al Signore . Camminare significa non restare fermi, non essere sempre gli stessi ma aprirsi al cambiamento, prepararsi all’incontro.

Addobbiamo le case, prepariamo l’albero… ma prepariamo anche il nostro cuore per accogliere il dono più prezioso che Dio ha fatto all’umanità?

Nella tradizione napoletana l’attesa del Natale è inscindibilmente legata alla preparazione del presepe che non è un semplice addobbo tra tanti altri, ma diviene il segno esteriore del proprio cuore, che bisogna allestire per accogliere Gesù Bambino.

Il presepe napoletano rappresenta uno squarcio di vita ordinaria, dove tra botteghe e bancarelle irrompe il divino nelle vesti semplici di un bambino appena nato: è il mistero del Natale, Dio si fa vicino… e l’ordinario può diventare straordinario, se abbiamo occhi per vederlo ed accoglierlo e diventare anche noi pastori della meraviglia.

Costruire il presepe è dedicare del tempo non solo per abbellire la casa, ma per fermarsi a contemplare il mistero del Dio che si fa uomo, di Gesù che viene ad abitare la nostra quotidianità.

I nostri presepi.

(Clicca sulle immagini per visualizzare i disegni completi)

Andiamo con gioia incontro al Signore ultima modifica: 2013-12-25T18:44:46+01:00 da Giocosa

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.