Gesù ha posto la sua tenda in mezzo a noi

di Giocosa - 5 Gennaio 2016
Gesù ha posto la sua tenda in mezzo a noi

Ogni mattina mi fermo ad osservare i commercianti del Borgo S.Antonio abate che sistemano grandi ombrelloni per proteggere, dal sole o dalla pioggia, la merce esposta lungo la strada. Con quanta cura e precisione cercano di metterli a posto, senza occupare lo spazio degli altri, e poi, con la stessa cura, ordinano bene, sotto la tenda, la loro mercanzia. Tutto questo lavoro è necessario a portare a casa il pane per la famiglia: se non si espone bene la merce, infatti, va a finire che non si vende niente.

Quell’ombrellone, che raccoglie sotto di sé tutti i prodotti da vendere, richiama il senso della casa, del pane, perché sotto quella tenda c’è tutta una vita spesa per il sostentamento delle proprie famiglie.

Nella Bibbia leggiamo che la tenda era un luogo molto importante anche per il popolo Ebreo. Infatti gli Ebrei, essendo un popolo di pastori, si spostavano continuamente, da un luogo ad un altro, per accompagnare il gregge. La tenda, quindi, serviva loro per riposare durante la notte e per ripararsi durante il giorno, ma anche per conservare alimenti e altre cose utili durante il viaggio.

Ecco perché la Parola di Dio usa l’immagine della tenda per esprimere il desiderio di Dio di trovare uno spazio nella vita della persone (cfr. Sir 24,9-12). Quest’immagine viene utilizzata anche nel Vangelo secondo Giovanni dove leggiamo: il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi (Gv 1,14). Gesù ha posto la sua tenda in mezzo a noi, realizzando il desiderio del Padre di abitare in mezzo agli uomini che Egli ama.

Ogni volta che attraversiamo il Borgo, mentre passiamo sotto le tende e gli ombrelloni, ricordiamoci che Dio in Gesù ha voluto mettere la sua tenda in mezzo alle nostre. Oltre a pensare alle cose necessarie al corpo, come il mangiare e il vestire, pensiamo anche a ciò che è importante per il nostro spirito. Alziamo lo sguardo dalle faccende quotidiane e guardiamo a Lui per riscoprire, alla luce della Sua presenza, il volto bello e gioioso della nostra vita.

Gesù ha posto la sua tenda in mezzo a noi ultima modifica: 2016-01-05T22:50:33+01:00 da Giocosa

Testimonianze

  1. Amedeo

    Avevo perso la strada della ragione, ero sempre perso nel vuoto ad uccidermi e isolarmi da tutti e da tutto.
    Poi ho incontrato la donna della mia vita: Chiara ed è cambiato tutto.
    Sono rinato! La amo tanto. Mi sono riavvicinato alla chiesa grazie a lei

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.