Siamo figli della Trinità

di Giocosa - 2 Giugno 2018

Se dovessimo raccontare agli altri la nostra vita, forse saremmo tentati di raccontare soltanto gli episodi negativi e i desideri mancati. Molto spesso, infatti, accade proprio così: ci sono persone che sono portate a lamentarsi sempre e comunque di tutto.

Il Signore, invece, vuole aiutarci a prendere coscienza di tutte le meraviglie che Egli ha compiuto nella nostra vita. Desidera che scopriamo come la nostra esistenza è intessuta di tanti interventi della Sua Provvidenza, piccoli ma importanti e determinanti.

Dio ci ha dato la vita e già questo è un grande segno dell’amore di Dio verso ciascuno di noi. Ci ha dato una famiglia, l’intelligenza e tante altre cose meravigliose, così come svariate volte ci ha preservato da tanti pericoli e talvolta nemmeno ce ne siamo accorti.

Se riusciamo a leggere la nostra vita con gli occhiali della bontà di Dio, delle grazie ricevute, ci accorgiamo veramente come il Signore è stato presente ed è presente nella nostra vita e questa sua presenza è il modo più semplice per comprendere il mistero della Trinità.

Dio, prima di tutto, si manifesta verso di noi come un Dio che ci ha creati, che ci ha dato la vita. Dio creatore: questa è l’opera di Dio Padre, che manifesta il suo amore verso di noi con la creazione del mondo intero e di ciascuno di noi. Potevamo non esistere e invece siamo qui.

Di fronte a questo amore del Padre, che ha voluto che esistessimo, spesso e volentieri non ci comportiamo bene anzi, certe volte, ci comportiamo veramente male: ecco le guerre, le divisioni. Ma Dio non ci abbandona.

Ha mandato suo Figlio Gesù a dare la vita per noi, per salvarci, per rimetterci in amicizia con Lui. Ecco l’opera di Gesù, Figlio di Dio, che viene a salvarci: Dio è il nostro salvatore in Cristo Gesù.

Il Signore, che ci ha creati e ci ha redenti, vuole che ogni giorno cresciamo nell’amore, non solo come singole persone, ma anche insieme, come famiglia, come comunità, come genere umano. Per questo ha mandato a noi l’amore che unisce: lo Spirito Santo.

Ogni volta che facciamo il segno della croce, mettiamo la nostra vita nel cuore della Trinità, manifestando, nella fede, la presenza di Dio Trinità nella nostra esistenza.

Grazie Padre che ci hai creati. Grazie Gesù, Figlio di Dio, che ci hai salvati. Grazie Spirito Santo che ci doni il tuo amore, la tua unità. Fa’ che ogni giorno scopriamo il nostro essere figli della Trinità, rendendoci conto delle meraviglie che Tu compi nella nostra vita.

Siamo figli della Trinità ultima modifica: 2018-06-02T21:27:11+02:00 da Giocosa

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.