I nostri nomi sono scritti nei cieli

di Don Roberto - 21 Maggio 2016
I nostri nomi sono scritti nei cieli

Da sempre, nel cuore dell’uomo, è presente la tentazione di diventare come Dio: onnipotenti, onniscienti e invincibili. Nel Libro della Genesi leggiamo che, a Babele, gli uomini decisero di costruire una torre alta fino al cielo perché volevano “farsi un nome (cfr. Gn 11,1-9), volevano passare alla storia, diventare famosi. Oggi sui giornali e in televisione, ma anche su Internet, ci sono i nomi di coloro che, come gli abitanti di Babele, cercano di farsi un nome, perché per loro diventare famosi significa tutto.

Ci sono tanti modi di farsi un nome sia al negativo, diventando protagonisti della cronaca nera, oppure al positivo, come coloro che cercano di farsi un nome nel mondo dello sport, del cinema, della televisione, della politica. E noi vogliamo farci un nome?

Ci sono persone che si sono fatte un nome con l’umiltà, la rinuncia, il sacrificio, il servizio, la preghiera. Queste persone sono i santi: non sono stati loro a farsi un nome, ma è Dio che ha dato loro un nome che si protrae di generazione in generazione. Se anche noi desideriamo farci un nome, seguiamo il loro esempio e proviamo ad essere persone cristiane, non persone superbe che calpestano gli altri, che li offendono, che fanno del male agli altri, che chiudono la porta in faccia agli altri.

Facciamoci un nome ascoltando la parola di Dio, avendo fiducia in Dio, pregando, dedicandoci alla nostra famiglia, compiendo delle opere buone, rispettando gli altri, soprattutto quelli più piccoli e deboli. Non diventeremo persone famose, ma lasceremo, a chi verrà dopo di noi, una grande eredità: l’eredità dei buoni insegnamenti, dei valori veri, della carità vissuta.

Facciamoci un nome, quello vero, fondato sull’amore verso Dio e sull’amore verso il prossimo. Allora i nostri nomi non compariranno sui giornali, ma saranno scritti nei cieli, dove splenderanno per sempre.

I nostri nomi sono scritti nei cieli ultima modifica: 2016-05-21T22:21:28+02:00 da Don Roberto

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.