Quaresima: invito alla conversione

di Don Roberto - 5 Marzo 2016
Quaresima: invito alla conversione

In questo tempo di Quaresima ritorna spesso l’invito della Parola di Dio alla conversione.

Convertirsi significa non scaricare addosso agli altri le responsabilità, ma assumersi ciascuno le proprie, quelle piccole quotidiane e anche quelle più grandi che riguardano la nostra vita sociale.

Tendiamo tutti a trovare una colpa negli altri per sentirci a posto noi. Questo gioco a scarica barile non va bene: tutti siamo responsabili, tutti dobbiamo cercare di comportarci bene. Non colpevolizzare gli altri è il primo gesto di amore verso di loro.

Convertirsi significa imitare Gesù, che ama tutti e ci insegna che la virtù più importante che dobbiamo avere l’uno verso l’altro è la pazienza. Gesù nei nostri confronti ha pazienza, perché crede in noi, conosce le nostre potenzialità e i doni che ci ha dato, sa le cose belle che siamo capaci di fare e che tante volte, per pigrizia o per cattiveria, non facciamo (cfr Lc 13,6-9).

L’atteggiamento della pazienza nasce dalla fiducia nelle proprie forze, ma anche dalla fiducia nella grazia di Dio. Avere pazienza con noi stessi e con gli altri, non significa stare con le mani in mano e rimandare sempre, ma saper attendere. La vita è un’avventura da vivere giorno per giorno, la vita è come una miniera dove si scava e si trovano tanti tesori preziosi, basta solo avere pazienza.

Convertirsi significa fidarsi degli altri e non mormorare contro di loro. Tante mormorazioni e divisioni dipendono dal pretendere che gli altri abbiano i nostri tempi, che portino frutto come piace a noi e non come sono capaci di fare.

Quanti genitori, ad esempio, vorrebbero che i loro figli fossero già maturi invece di lasciarli crescere lentamente, e accettando anche degli errori. Cari genitori abbiate pazienza, i vostri figli porteranno frutti e frutti meravigliosi, ma forse non quelli che desiderate voi.

Convertirsi significa fidarci di Dio perché conosce la nostra vita, la nostra storia, i nostri problemi e le nostre difficoltà. Dio conosce le nostre sofferenze, se ne fa carico e ha deciso di liberarci: fidiamoci di Lui perché ha a cuore la nostra sorte e la nostra conversione.

Quaresima: invito alla conversione ultima modifica: 2016-03-05T22:51:54+01:00 da Don Roberto

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.