Testimoni gioiosi del Risorto

di Giocosa - 21 Aprile 2018

I discepoli di Gesù, dopo la sua Risurrezione, dubbiosi e titubanti, si riunirono insieme, per raccontarsi l’un l’altro le proprie esperienze, circa gli avvenimenti di quei giorni, ma i loro discorsi erano ancora pieni di delusione e tristezza.

La loro fede non si era risvegliata e non riuscivano a comprendere cosa fosse realmente successo. Mentre parlavano così, Gesù in persona stette in mezzo a loro e rassicurandoli, mostrò loro le mani e i piedi per farsi riconoscere. (cfr Lc 24,35-48)

Gli Apostoli non sapevano cosa fare: se crederci o non crederci, se essere contenti o ancora più spaventati, al punto che Gesù chiese loro da mangiare, per dimostrare che non era un fantasma. Poi li aiutò a comprendere le Scritture, che annunciavano la sua morte e la sua risurrezione.

Così tutte le parole, che si erano detti, tutte le paure, le amarezze, le delusioni, i progetti andati a male, i fallimenti, svanirono perché Gesù era lì con loro.

Grazie all’incontro con il Risorto, gli apostoli non restarono fermi sulle loro lamentele, sul loro piangersi addosso, ma seppero aprire la porta alla speranza.

Dalla narrazione di quei fatti dolorosi, che li avevano sconvolti, passarono all’essere testimoni gioiosi del Risorto: non più persone paurose e rassegnate, ma persone coraggiose, piene di forza e di energia, di ottimismo e di speranza.

Troppo spesso, anche noi, raccontiamo agli altri soltanto difficoltà e problemi, amarezze e delusioni. Siamo chiamati a passare dalla narrazione della nostra sofferenza, del nostro dolore, alla testimonianza di Cristo Risorto e questo può avvenire soltanto aprendo il cuore all’incontro con il Signore.

Ascoltando la Sua Parola e mangiando insieme il Suo Corpo, alla mensa eucaristica, la nostra fede cresce e diventa vita della nostra vita, diventa testimonianza.

Essere cristiani per davvero vuol dire fare della nostra vita una testimonianza della grazia e dell’amore del Signore, avere la forza di dire che Cristo è Risorto perché noi possiamo vivere da risorti.

Cristo è vivo: con Lui, possiamo passare dalla tristezza, dalla paura, dal pessimismo all’essere persone gioiose, che nonostante i problemi, sanno andare avanti con fiducia, certe che le difficoltà, con la grazia di Dio, diventano occasioni per crescere nella fede.

Testimoni gioiosi del Risorto ultima modifica: 2018-04-21T23:35:32+02:00 da Giocosa

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.