Mai smettere di sognare

di Brigida - 19 Marzo 2022

L’incontro di venerdì scorso con i ragazzi e le ragazze del post comunione è stato per me molto significativo!
Abbiamo parlato di Abramo e di come, grazie a Dio, è riuscito a guardare lontano.

Abramo desiderava una discendenza, ma si era ritrovato vecchio e senza figli. Dio lo invitò a guardare lontano, al di là delle previsioni che lui e sua moglie Sara avevano fatto (cfr. Gen 15,5-12.17-18).

Abramo accettò di correre questo rischio e la sua fede lo aiutò a credere che quel suo desiderio si poteva realizzare e che presto Dio gli avrebbe donato un figlio.

Sogni e desideri

La storia di Abramo e del suo desiderio ci ha dato lo spunto per riflettere sui nostri sogni e desideri. C’è chi vorrebbe diventare un’estetista, chi un poliziotto, chi ancora un pittore…

È così che, dai sogni che riguardano il nostro futuro lavorativo, siamo giunti fino al sogno di cambiare il mondo e dare un senso di pace a questa vita, che purtroppo ci dà tutto tranne che questo.

Insieme siamo riusciti a creare una frase che racchiude tutto ciò che abbiamo detto e spiegato nell’incontro: “Di fronte agli ostacoli, non arrenderti! Alza lo sguardo, abbi fiducia in Gesù e realizza i tuoi sogni

Abbiamo, poi, deciso di ritagliare tante stelle che rappresentano i nostri desideri, così da creare il cartellone che vedete nella foto.

Mai smettere di sognare

Quest’incontro mi ha dato la possibilità di far riemergere la piccola Brigida che è in me, quando qualche anno fa sognavo di diventare una ballerina, un giudice, una scrittrice… Oggi, invece, il mio desiderio è quello di diventare una psicologa.

Anche se non lo dimostro, non riesco, però, a guardare lontano, perché sono fondamentalmente una ragazza con tanta paura, senza sicurezza in sé stessa.

Grazie a quest’incontro, invece, ho capito che non devo mai smettere di sognare, non devo demoralizzarmi, non devo perdere le speranze, ma devo cogliere le opportunità che la vita mi offre, valorizzandole al meglio.

Dove può portarmi un desiderio? A volte penso, che se mi impegno con tutte le mie forze, posso ottenere tutto ciò che desidero e anche molto di più.

Un esempio del perché ho sottolineato che non riesco a guardare lontano è questo: qualche giorno fa dovevo offrirmi all’interrogazione per la materia di scienze umane. Ma una voce dentro di me, quella delle mie paure, mi impediva di essere me stessa, ostacolando le mie aspettative.

Grazie a quest’incontro con la Parola di Dio, questa voce l’ho finalmente affrontata e zittita, riuscendo a dare tutto il meglio di me e ottenendo un buon risultato.

Come Abramo, anche io ho riposto la mia fiducia in Dio, lasciandomi guidare nel guardare lontano e non fermandomi alle prime difficoltà.

E tu sei in grado di zittire e affrontare la voce delle tue paure?


Riesci a farti trasportare dai tuoi desideri?


Riesci a riporre la tua fiducia in Dio?

Mai smettere di sognare ultima modifica: 2022-03-19T00:33:31+01:00 da Brigida

Testimonianze

  1. Maria

    Per me riuscire a zittire ed affrontare la voce della paura è stato difficile specie in un periodo fondamentale della mia vita, perché anche io, come Abramo, avevo un grande desiderio quello di diventare mamma.
    Per me era un sogno, immaginavo tante cose belle che completavano il mio matrimonio, poi dopo la prima gravidanza persa quel sogno appariva sempre più lontano. La voce della paura era sempre più forte e cercava di infrangere quel sogno o meglio il mio grande desiderio.
    Poi alcune persone, che io chiamo Angeli, mi hanno aiutato a capire che solo se metti tutto nelle mani di Dio i sogni e i desideri possono diventare realtà.
    Bene l’ho fatto con tutto il cuore, ho riposto tutta la mia fiducia in Dio e oggi testimonio che quei desideri hanno un nome: Brigida e Antonio.
    Ringrazio e prego il Signore sempre per tutti i ragazzi affinché crescano riponendo sempre fiducia in Lui

  2. Imma

    Zittire le mie paure non è facile. A volte sono latenti e trovo un po’ di respiro, a volte riesco a controllarle, attraverso mille ragionamenti e convincimenti, a volte mi attanagliano e per riuscire a guardarle mi affido alla preghiera confidando in Dio, certa del Suo sostegno.
    I miei desideri sono quelli di tutti e, soprattutto quando guardo lontano, il mio desiderio è quello di un mondo migliore per i nostri ragazzi.
    In particolare, poi, non desidero ma spero e chiedo al Signore di riuscire a far sognare i ragazzi e ad immaginare, fino a farlo diventare realtà, un mondo migliore credendo in sé stessi e nello loro capacità, sentendosi parte di un’umanità che solo nella fratellamza e nella comunione di intenti può proteggersi e guardare lontano.

  3. Anna

    Di momenti bui ce ne sono, ed ora per me è uno di quelli in cui mi ritrovo di nuovo ad attraversare un tunnel… sconforto, fallimento, paura, stanchezza fisica e mentale, soprattutto demotivata… sì perché mi chiedo perché di nuovo? perché quando inizia un periodo brutto non arriva mai da solo?
    Ed allora è proprio in questi giorni che, dopo essere andata nello sconforto, ho provato a guardare in fondo a quel tunnel che ora sto attraversando e lì in fondo ci vedo un qualcosa: sogni, speranze, gioie, sorrisi accantonati, lì in fondo al tunnel, cerchiati da una luce meravigliosa, e aspettano solo me che, superato questo buio, li raggiunga per tenerli stretti dentro me… e tutta questa grinta è speranza che devo al Signore, a Colui che, nonostante le mie paure, angosce, errori, arrabbiature, mi è vicino, mi accetta così come sono e mi accompagna nel tunnel con la Sua luce❣

  4. Carmela

    Per me nella vita bisogna crearsi degli obiettivi da raggiungere e mettersi in gioco e non avere paura di affrontare la realtà. Solo così possiamo affrontare quelle paure e ostacoli che incontriamo nel nostro cammino.
    Io ho fiducia in te Gesù, perché so che tu sei sempre al mio fianco. Anche quando all’improvviso vedo tutto buio intorno a me, sento quella vocina da lontano che mi dice tieni duro tutto passa.
    Mai smettere di sognare perché solo così arriveremo in alto

Renderò grazie al Signore con tutto il cuore,
annuncerò tutte le sue meraviglie

Se le riflessioni e gli interventi presenti in questo articolo suscitano in te il ricordo di un episodio della tua vita del quale rendere grazie al Signore per le meraviglie che ha operato, lascia qui il tuo racconto.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Attenzione! In questo sito non sono consentiti commenti né l'inserimento di link relativi ad altre pagine ma solo racconti della propria esperienza di vita.